Archivi categoria: architettura

Quartaccio, Torrevecchia, ex Bastogi, inseguendo il “gatto in tangenziale”

Terza e ultima esplorazione (per ora…) nell’area Nord-Ovest della città, allontanandosi ancora un po’ fino ad arrivare quasi ai nuovi confini della città. Abbiamo visitato l’area di QUARTACCIO, affacciandoci sui due lati di questo crinale edificato tra due valli ancora in gran parte selvagge e verdeggianti. Abbiamo ritrovato il movimento cittadino a TORREVECCHIA, indugiando però tra i grandi palazzi di edilizia popolare, colorati da qualche muro dipinto e prospicienti aree urbane ancora coltivate. Abbiamo quasi acchiappato il “gatto” protagonista qui di un recente film di successo, sbarcando per sentieri all’area EX-BASTOGI, ancora in cerca di una propria identità.

Adesso le tradizionali uscite del Giovedì si prendono una pausa, per riprendere a maggio inoltrato. A inizio mese partecipiamo però a tre importanti eventi cittadini e quindi avremo, per noi in via eccezionale, tre esplorazioni urbane durante il week-end. In particolare il programma prevede:

SABATO 5 MAGGIO alle 16.00 una camminata urbana per le giornate organizzate da JANE’S WALK (info su https://janeswalk.org/). Riproponiamo lo strepitoso percorso dalla stazione Ostiense alla futura (speriamo) stazione di Piazza Zama.  Appuntamento all’uscita della Stazione Ostiense, lato Eataly.

DOMENICA 6 MAGGIO alle 10.00 abbiamo parte la quinta parte del giro delle Mura Aureliane (nel tratto che non c’è!), proseguendo nella mobilitazione a noi nota per la realizzazione del Parco Lineare, promossa da Comitato Mura Latine, Inu, Dip. Architettura della Sapienza e tanti altri. Appuntamento a Porta Portese (piazza dell’Emporio)

DOMENICA 13 MAGGIO partecipiamo all’APPIA DAY, grande mobilitazione a sostegno della salvaguardia dell’area e della valorizzazione dei percorsi pedonali su quest’asse. Le Visure si inseriscono in particolare nelle iniziative del Comitato Mura Latine con un percorso nella Caffarella a partire da Porta San Sebastiano, con due edizioni mattina alle 11.00  e pomeriggio alle 16.30.

dav

dav

dav

sdr

dav

dav

dav

dav

dav

Annunci

PRIMAVALLE, DAL SUO NUCLEO ORIGINARIO

Primavalle, a partire dal suo nucleo originario, la borgata costruita negli anni ’30. Un “Grazie” agli amici della Biblioteca Basaglia, al gruppo Invisibile (ex Muracci Nostri) artefice della ricca presenza di murales, a chi vuole la riapertura del Cinema Galaxy e alle tante iniziative in corso per dare nuova vita ad un quartiere “monumento” della periferia romana. Ci hanno consentito di godere al meglio degli spazi, delle viste, della street-art rigogliosa, dei numerosi segni di una storia ricchissima.

Il prossimo GIOVEDI’ 19 APRILE, terza, e per il momento ultima, puntata dell’esplorazione dell’area Nord-Ovest della città. Andremo a TORREVECCHIA, comprese le zone ex-BASTOGI (resa famosa dal “gatto in tangenziale” ed ANDERSEN, luoghi emblematici degli attuali confini della città. APPUNTAMENTO GIOVEDI’ 19 APRILE alle 10.00 alla STAZIONE  METRO BATTISTINI per poi raggiungere la zona in autobus. Il percorso a piedi rientra nei canonici quattro chilometri, ma, poiché allontanandosi dal centro gli spazi si dilatano, sarà necessario ricorrere ancora una volta al bus. Si consiglia di partecipare con una ragionevole disponibilità di tempo.

sdr

dav

dav

dav

sdr

dav

sdr

sdr

dav

sdr

dav

dav

dav

sdr

sdr

sdr

sdr

 

EUR, tre anni dopo.

Gli approfondimenti sulle nuove iniziative previste hanno portato a diversi cambiamenti nel programma.

GIOVEDI’ prossimo 22 MARZO ritorneremo infatti all’EUR, dove già le Visure Acatastali sono state 1000 giorni fa (per l’esattezza 1093, più o meno tre anni). All’epoca il quartiere viveva uno dei suoi momenti più bui, con l’esplodere contemporaneo di varie difficoltà, dallo stallo della Nuvola alla situazione delle Torri di Ligini, dalla chiusura del Luna Park all’abbandono del Velodromo e così via. Adesso ritorniamo nella zona per poter vedere se le cose si sono evolute e come. E per goderci (il meteo al momento promette sole) un quartiere atipico, a lungo emblema di una “modernità progressiva” così rara e difficile in questa città. APPUNTAMENTO quindi il 22 MARZO alle 10.00 alla stazione metro B EUR-MAGLIANA.

Il recupero della salita-discesa al Gianicolo è invece rimandato a data da destinarsi. Si è infatti rivelato non così facile l’accesso gratuito all’Accademia Americana.  Esso è possibile (in italiano) solo il martedì dalle 10.00 (precise!) alle 10.30, previa prenotazione. Al momento la prima data utile è MARTEDI’ 10 APRILE. Chi vuole partecipare a questo “fuori programma” deve prenotarsi direttamente o telefonando allo 06/5846456 o sul sito http://www.aarome.org (andando su informazioni – visite – register here).

Per quanto riguarda l’esplorazione della zona resa celebre dal “gatto in tangenziale” è emersa la necessità di  un approccio più ampio e sistematico a tutta l’area Primavalle – Torrevecchia, da progettare e preparare con più calma, anche con rapporti in loco. Si potrebbe pensare a due-tre uscite in zona, la prima delle quali alla ripresa dopo pasqua, il 12 aprile. Tutti coloro che conoscono la zona e hanno qualcosa da raccontare o che vogliono semplicemente partecipare alla progettazione, possono scrivere un messaggio a visureacatastali@virgilio.it e saranno subito contattati.

 

L’otto marzo delle Visure Acatastali

Nonostante l’annunciato sciopero del trasporto pubblico (che è risorsa imperdibile per chi cammina in città) un nutrito gruppo di Visori Acatastali è riuscito a mantenere la promessa di salire al Gianicolo per poi ridiscendere a via della Lungara e visitare la sede della Casa Internazionale delle Donne, in un giorno di particolare splendore. Grazie a Donatella per la preziosa accoglienza e a Fabio per le belle foto qui sotto.

Per chi non è potuto venire stiamo lavorando ad un replay, programmato per GIOVEDI’ 22 marzo, ma da confermare perché vorremmo aggiungere, come al solito, qualche aspetto in più. Vedremo.

GIOVEDI’ 29 MARZO è invece il momento giusto per un nostro “ritorno alle origini” di grandissimo impatto, la zona QUARTACCIO – EX BASTOGI, ormai conosciuta da molti grazie al “gatto in tangenziale”. Qualcuno ha chiesto se per caso le Visure Acatastali si stessero imborghesendo troppo. Forse no. Appuntamento da definire.

8 marzo, su per Villa Sciarra, giù fino alla Casa Internazionale delle Donne

Abbiamo dei segnali contrastanti per l’esplorazione dell’8 marzo, un’altra data che parla. L’idea era quella di andare da Viale Trastevere fino alla Casa Internazionale delle Donne di via della Lungara, con la salita per la Scala Righetto, Villa Sciarra e la discesa verso Porta Settimiana. Un itinerario molto bello, pieno di segni “di genere femminile”.

Dopo minacciose previsioni meteo, la situazione meteorologica pare sostanzialmente migliorata, con il tempo si annuncia buono. E’ sorto un altro grave problema, ossia uno sciopero che riguarda il trasporto pubblico, tra l’altro richiesto anche da gruppi di donne. Per noi il rapporto con il trasporto pubblico è essenziale e quindi è grande la difficoltà che si crea.

Ciò detto la nostra scelta è sempre la stessa: l’appuntamento rimane, chi può e vuol venire è benvenuto e si deciderà insieme come fare il nostro giro. Per quelli che non potranno partecipare penseremo ad un recupero.

APPUNTAMENTO QUINDI ALLE 10.00 GIOVEDI’ 8 MARZO davanti al Ministero della Pubblica Istruzione a viale Trastevere. 

 

Aree monumentali, ville, edilizia eccellente

Grande soddisfazione nella seconda esplorazione nell’area Nomentana: il fascino del complesso monumentale di Sant’Agnese e Santa Costanza, la storia e l’attuale vitalità combattuta di Villa Leopardi, la preziosità del parco Nemorense e l’imperiosa bellezza dei palazzi “popolari” vicino a Piazza Verbano.

Grazie alla nostre “guide” Grazia e Daniela, alla biblioteca di Villa Leopardi e soprattutto a Massimo dell’Associazione degli amici di Villa Leopardi che ci ha dato fiducia con le sue informazioni e con il suo impegno.

Area Nomentana, parte seconda

In questa seconda puntata dell’esplorazione dell’area Nomentana  partiamo da alcune delle “bellezze” della zona, il complesso monumentale composto dalla Basilica di Sant’Agnese fuori le Mura e dal Mausoleo di Santa Costanza, e Villa Leopardi, per poi rituffarci nell’atmosfera del quartiere africano e dirigersi verso il parco Nemorense e l’area di edilizia residenziale attorno a Piazza Verbano.

Il complesso monumentale lo vedremo solo dall’esterno (non facciamo visite guidate) ma potremo comunque coglierne l’atmosfera, ancora una volta aiutati da quelli di noi che conoscono meglio i vari luoghi che attraverseremo.

Il percorso è quasi circolare, di circa tre chilometri. Appuntamento GIOVEDI’ 8 FEBBRAIO, alle 10.00 alla stazione metro B1 di S. Agnese/Annibaliano (lato inizio di via di Sant’Agnese). Conclusione a Piazza Verbano da dove si può ritornare rapidamente alla metro Sant’Agnese o prendere uno degli autobus verso la stazione Termini.

Il giovedì successivo, 15 febbraio, avrà luogo la prima uscita dedicata ai luoghi del 1968, di cui corre il cinquantenario (come passa il tempo, signora mia!).

Questa prima uscita percorrerà la città universitaria, soffermandosi davanti alle varie facoltà e cercando se possibile, ordinati, disciplinati e silenziosi di sbirciare rapidamente anche all’interno. La (breve) camminata sarà soprattutto un momento di narrazione, in cui sarà bello raccogliere e condividere testimonianze, impressioni e sensazioni su come si è conosciuto e vissuto quel periodo, direttamente o meno. Il tutto senza alcuna velleità storica e tanto meno politica. Dato questo carattere “narrativo” sperimenteremo l’utilizzo di radioline e auricolare, per cui sarà necessario prenotare in anticipo (rigorosamente entro il 13 febbraio) e pagare un contributo di 2 euro per l’affitto.