Archivi categoria: arte

Al Trullo, con gli studenti di geografia di Roma Tre

Ancora un passaggio al Trullo e Monte Cucco, stavolta insieme agli studenti di Geografia di Roma Tre, accompagnati da Tommaso.

Annunci

Le Visure Acatastali alla Giornata del Camminare: ritorno al Trullo

Domenica 8 ottobre è la Giornata del Camminare, organizzate da FederTrek con il contributo di tante associazioni e gruppi uniti dalla passione del camminare in tutte le sue declinazioni.

Le Visure Acatastali partecipano proponendo TRULLALLA’, una esplorazione urbana al Trullo e a Monte Cucco.

Dalla stazione Magliana della linea ferroviaria FL1 (treno per Fiumicino) andremo per le Catacombe di Generosa, tagliando poi per prati verso la vecchia borgata e raggiungendo la zona centrale. Lì ammireremo l’area della street art, con alcuni dei murales più noti di Roma per poi salire alla Collina di Monte Cucco, grande spazio panoramico, scenario del film “Uccellacci e uccellini”, per poi ridiscendere attraverso percorsi inconsueti verso la stazione di partenza. Per chi non conosce questo pecorso è imperdibile, per chi

Nel quartiere saremo accolti e accompagnati da Mario, uno dei pittori che ha lavorato ai murales, e da Antonello e Tommaso, da anni impegnati conoscitori del Trullo. Il tragitto è relativamente breve, 4-5 km, ma consideriamo almeno tre ore per le soste, gli incontri, le spiegazioni. Per chi non conosce il Data la presenza di tratti su prato incolto sono consigliate scarpe adatte, chiuse e robuste.

APPUNTAMENTO alle 10.00 alla stazione Magliana della FL1 (per chi arriva in auto piazza Madonna di Pompei). L’ultimo treno utile è il regionale 22030 che parte dalla staz.  Tiburtina alle  9.30, da Tuscolana alle 9.37, da Ostiense alle 9.47, da Trastevere alle 9.51. Ritorno con il medesimo treno, sempre da Magliana, alle 13.16 o alle 13.46. Data la presenza di tratti su prato incolto sono consigliate scarpe adatte, chiuse e robuste.

Per chi non conosce il percorso, l’occasione è imperdibile, per chi già è venuto con noi, l’occasione di rivedere con due importanti novità sul percorso e l’incontro con gli amici protagonisti della rinascita del quartiere.

Il 14 Maggio, partecipiamo all’APPIA DAY

In attesa della ripresa delle esplorazioni urbane delle Visure Acatastali (si ricomincia il 18 maggio), domenica 14 partecipiamo ad una manifestazione importantissima, l’Appia Day, un altro tassello utile alla definitiva liberazione dalle auto del più grande museo a cielo aperto del mondo.

Tra le tante proposte eccellenti, anche alcune camminate che sono veri classici dell’esplorazione urbana a Roma. Per info e notizie si può andare  sul sito ufficiale dell’iniziativa o sulla pagina FB del Comitato Mura Latine

SanBa, un tripudio di murales

San Basilio, un quartiere difficile, non ci ha accolto solo con il tripudio di immagini dei tanti eccellenti murales che lo illustrano, ma anche con l’accorata presenza del Centro Aldo Fabrizi, il senso della storia celata dietro le case popolari, il mercato e gli orti urbani,  un pungente sereno primaverile. Poi ci ha accompagnato fino al verde straripante del parco di Aguzzano.

Un’altra borgata storica: San Basilio tra storia, cronaca e natura

Dopo gli ozi pasquali le Visure riprendono il loro cammino GIOVEDI’ 20 APRILE, andando a esplorare un’altra borgata storica di Roma, San Basilio, uno dei luoghi di confine della città. Il quartiere è stato in passato teatro di dure battaglie e rivela molte ferite ancora aperte, Cercheremo anche i segni di nuove aggregazioni ed iniziative, per chiudere nel vicino Parco di Aguzzano.

Appuntamento GIOVEDI’ 20 APRILE alle 10.00 alla stazione METRO DI PONTE MAMMOLO (metro B) da dove arriveremo con un autobus al centro della borgata, che visiteremo con calma. Attraverso la zona di Casal Tidei entreremo nel parco di Aguzzano, percorrendolo fino a recuperare le zone a noi già note di Rebibbia e Casal dei Pazzi, per un percorso complessivo di circa cinque chilometri. Sarà possibile, volendo, organizzarci per un picnic nel parco.

MAAMma mia, un luogo ricchissimo di bellezza, innovazione, emozione

Al Museo dell’altro e dell’altrove – Metropoliz abbiamo vissuto una giornata speciale, vivendo continue suggestioni di proposte artistiche mai banali e scontate, nate dai drammi, le speranze ed i progetti del nostro tempo.

Un grazie a Carlo Gori, la nostra appassionata guida, ma soprattutto un grazie alla comunità che ci ha ospitato e che ha saputo costruire in questi anni un luogo straordinario in cui l’arte e la vita delle persone si compenetrano come ormai rarissimamente accade.

 

Da Generosa a Monte Cucco, primavera, murales e segni pasoliniani

Una ricca esplorazione ha portato le visure dalla zona delle Catacombe verso la storica borgata del Trullo, fiera delle costruzioni popolari del ’40, della straordinaria presenza di poeti e pittori di strada, di piazze piene di vita, fino alla incredibile vastità, ancora attuale, dei prati e dei pascoli di “Uccellacci e uccellini”.