Archivi categoria: arte

MAAMma mia, un luogo ricchissimo di bellezza, innovazione, emozione

Al Museo dell’altro e dell’altrove – Metropoliz abbiamo vissuto una giornata speciale, vivendo continue suggestioni di proposte artistiche mai banali e scontate, nate dai drammi, le speranze ed i progetti del nostro tempo.

Un grazie a Carlo Gori, la nostra appassionata guida, ma soprattutto un grazie alla comunità che ci ha ospitato e che ha saputo costruire in questi anni un luogo straordinario in cui l’arte e la vita delle persone si compenetrano come ormai rarissimamente accade.

 

Da Generosa a Monte Cucco, primavera, murales e segni pasoliniani

Una ricca esplorazione ha portato le visure dalla zona delle Catacombe verso la storica borgata del Trullo, fiera delle costruzioni popolari del ’40, della straordinaria presenza di poeti e pittori di strada, di piazze piene di vita, fino alla incredibile vastità, ancora attuale, dei prati e dei pascoli di “Uccellacci e uccellini”.

ROMACINEMA vol. II

ROMACINEMA
Le Visure Acatastali chiudono il ciclo delle esplorazioni urbane del 2016 con la seconda prevista puntata di ROMACINEMA.

Appuntamento GIOVEDI’ 15 alle 10.00 alla stazione COLOSSEO (metro B) curiosando in centro seguendo le tracce del cinema a Roma, fino ad arrivare a Villa Borghese per visitare insieme la mostra su Ettore Scola al Museo Bilotti.

Per chi vuole, un successivo aperitivo augurale insieme, alla Casa del Cinema.

locandina-loremn locandina-scola rossellini-2

Ottavia, villini, Ipogeo degli Ottavi e Ninfeo della Lucchina

Un piacevolissimo incontro con la zona di Ottavia, già borgata 100 anni fa con villini oggi dignitosissimi, poi cresciuta negli ultimissimi decenni. Ma soprattutto la scoperta di due gioiellini, come spesso accade purtroppo poco noti e valorizzati, come l’Ipogeo degli Ottavi ed il Ninfeo della Lucchina, siti romani di età imperiale.

Di questo ringraziamo ancora Laura Paolini, della Sovrintendenza di Roma, perché che ci ha letteralmente portato per mano nella visita ma soprattutto per contribuire ogni giorno a salvaguardare e rendere aperti e fruibili questi siti.

ottavia-2 ottavia-5 ottavia-6 ottavia-7 ottavia-10 ottavia-12 ottavia-14 ottavia-15 ottavia-18 ottavia-19 ottavia-22 ottavia-23 ottavia-25 ottavia-26 ottavia-28 ottavia-30 ottavia-37 ottavia-38 ottavia-40

 

Ieri a San Saba, martedi (!!) prossimo a Ottavia

RICORDIAMO CHE LA PROSSIMA USCITA SARA’ ECCEZIONALMENTE DI MARTEDI’, verso Ottavia, dove potremo approfittare dell’apertura straordinaria dell’Ipogeo degli Ottavi. (Info nell’articolo qui sotto)
Ieri intanto una passeggiata di charme, tra la chiesa di Santa Balbina, provvidenzialmente aperta, Villa Pepoli, San Saba con la sua eleganza, il quartiere Miani e le Mura Aureliane, fino ai giardini dietro la scuola Giardinieri.

sansaba-2 sansaba-7 sansaba-8 sansaba-11 sansaba-13 sansaba-14 sansaba-15 sansaba-16 sansaba-18 sansaba-19 sansaba-21 sansaba-24 sansaba-25 sansaba-26 sansaba-27 sansaba-28 sansaba-30 sansaba-31 sansaba-34 sansaba-36

 

Ipogeo degli Ottavi e Ninfeo della Lucchina, i gioielli della zona di Ottavia

ECCEZIONALMENTE DI MARTEDI’, in maniera da poter profittare dell’apertura straordinaria dell’Ipogeo degli Ottavi e del Ninfeo della Lucchina, autentici gioielli della zona.

L’Ipogeo, che ha dato il nome alla ex-borgata Ottavia, fu costruito all’inizio del terzo secolo d.C. per la sepoltura di alcuni patrizi romani di rango senatorio: Octavius Felix, la “dolcissima” e “carissima” figlioletta Octavia Paolina ed altre due congiunte. La decorazione interna della tomba era un vero e proprio inno alla bimba, morta a soli sei anni.

Poco lontano è il “Ninfeo della Lucchina”, prima monumento funerario e poi oasi di svago, sempre della famiglia degli Ottavi. Faceva parte di una villa di cui sono visibili solo alcune tracce, ma al suo interno si possono cogliere nelle pareti affrescate e negli splendidi mosaici i segni degli splendori d’un tempo.

Avremo anche occasione di dare un’occhiata alla zona, nata come borgata rurale tra le due guerre, che ha conosciuto un grande sviluppo negli ultimi decenni. Tra i suoi abitanti più noti, la sindaca Virginia Raggi.

L’esplorazione a Ottavia è eccezionalmente di Martedi, il 22 NOVEMBRE prossimo. APPUNTAMENTO alle 10.00 (precise, dato l’appuntamento che abbiamo con la Sovrintendenza) alla stazione Ottavia della Ferrovia FL3, che ormai ben conosciamo. L’ultimo treno utile parte da Ostiense alle 9.22, Trastevere 9.26, Valle Aurelia – linea A metro alle 9.37, per arrivare a Ottavia alle 9.57. Questo treno non fa servizio da Tiburtina e Tuscolana.

ingresso roma_dentro_all_ipogeo_degli_ottavi roma figure nonfeo mosaici