Archivi categoria: storia

BRACCIANO!

La tradizionale  gita “fuori porta” di fine stagione ci condurrà a BRACCIANO, per una intera giornata. 

Appuntamento GIOVEDI’ 24 Maggio alla stazione Ostiense, per prendere il treno delle 9.52 per Viterbo. Il treno può essere preso anche da Trastevere 9.56, San Pietro 10.03 e Valle Aurelia (coincidenza metro A) a 10.07. Dalle stazioni Tiburtina e Tuscolana occorre verificare. Ricordare il biglietto da fare, che costa 3 € (preferibile prendere anche il biglietto di ritorno).

Arriveremo a Bracciano circa alle 11 e subito breve visita del paese, con il  castello (senza entrare, naturalmente) e il borgo antico, poi discesa al lago e un po’ di cammino sul  lungolago. E’ possibile un pranzo (rapido e leggero) in un ristorante sul lago (di cui allego foto del menu). Dopo un po’ di spiaggia e riposo è inevitabile la risalita verso il paese per prendere un treno di ritorno (ne parte uno ogni mezzora circa).  

 
RACCOMANDAZIONI: 
  • Chi intende venire al ristorante è bene che lo comunichi entro mercoledì, in maniera da poter avere un’idea di quanti siamo e dirlo al ristorante (mail a gablazzi@gmail.com)

  • Il tragitto tra paese e lago è di quasi due chilometri, con il ritorno in salita e parte del tracciato su sentiero o carrareccia. Per la salita niente di grave, basta affrontarla con calma e tempo a disposizione. Servono scarpe da cammino (evitare i sandaletti) e possono essere utili i bastoncini. Esiste comunque un servizio di taxi facilmente utilizzabile.

    bty

    bdr

    bty

    bdr

Annunci

Dopo l’Appia Day, ora Parco di Centocelle e Bracciano (!)

APPIA DAY, una bella giornata inserita nella partita di lungo periodo per rendere ancora più estesa, robusta e gradevole l’area archeologico-storico-naturale più ricca che abbiamo: il Parco dell’Appia Antica.
Centinaia di associazioni e comitati, piccoli e grandi, migliaia di cittadini. Adesso è importante continuare nella vita quotidiana, usare e vivere il parco in tutte le  sue articolazioni, seguire i problemi e i conflitti in corso, trovare soluzioni per la definitiva emarginazione delle auto nella zona. Intanto qualche foto del nostro grande Fabio.

Ma non ci si ferma adesso, inizia il gran finale delle Visure Acatastali. Giovedì prossimo riprendono le esplorazioni urbane classiche: visita della nuova stazione metro di San Giovanni e partenza per la stazione Parco di Centocelle,  sempre magnifico e sempre alle prese con importanti problemi, che attraverseremo per arrivare a Torre Spaccata e alla stazione Alessandrino, da cui il ritorno. Appuntamento quindi GIOVEDI’ 17 MAGGIO ALLE 10.00 alla metro San Giovanni, nel grande corridoio che congiunge metro A e metro C. Da lì passeremo subito i tornelli per visitare la bella stazione, partendo poi con il primo treno utile per Centocelle in partenza dopo le 10.30. L’appuntamento è valido anche per chi arriva con la metro A, che dovrà comunque uscire – trovandosi quindi nel grande corridoio – per poi rientrare  (con il medesimo biglietto, niente paura!). 

Il giovedì successivo  sarà il gran finale della stagione delle Visure Acatastali.  Confermata la gita “fuori porta” a BRACCIANO, con un percorso che impegna inevitabilmente buona parte della giornata. Appuntamento GIOVEDI’ 24 alla stazione Ostiense, per prendere il treno delle 9.52 per Viterbo (unica chance!). La gita comprende il paese, il castello (solo da fuori), la discesa al lago, un pranzo frugale (facoltativo) in grazioso ristorante sull’acqua, spiaggia e riposo e lenta, inevitabile, risalita verso il paese per prendere un treno di ritorno (uno ogni mezzora). Il treno di andata può essere preso anche da Trastevere, San Pietro e Valle Aurelia (coincidenza metro A), da verificare Tiburtina e Tuscolana. 

PRIMAVALLE, DAL SUO NUCLEO ORIGINARIO

Primavalle, a partire dal suo nucleo originario, la borgata costruita negli anni ’30. Un “Grazie” agli amici della Biblioteca Basaglia, al gruppo Invisibile (ex Muracci Nostri) artefice della ricca presenza di murales, a chi vuole la riapertura del Cinema Galaxy e alle tante iniziative in corso per dare nuova vita ad un quartiere “monumento” della periferia romana. Ci hanno consentito di godere al meglio degli spazi, delle viste, della street-art rigogliosa, dei numerosi segni di una storia ricchissima.

Il prossimo GIOVEDI’ 19 APRILE, terza, e per il momento ultima, puntata dell’esplorazione dell’area Nord-Ovest della città. Andremo a TORREVECCHIA, comprese le zone ex-BASTOGI (resa famosa dal “gatto in tangenziale” ed ANDERSEN, luoghi emblematici degli attuali confini della città. APPUNTAMENTO GIOVEDI’ 19 APRILE alle 10.00 alla STAZIONE  METRO BATTISTINI per poi raggiungere la zona in autobus. Il percorso a piedi rientra nei canonici quattro chilometri, ma, poiché allontanandosi dal centro gli spazi si dilatano, sarà necessario ricorrere ancora una volta al bus. Si consiglia di partecipare con una ragionevole disponibilità di tempo.

sdr

dav

dav

dav

sdr

dav

sdr

sdr

dav

sdr

dav

dav

dav

sdr

sdr

sdr

sdr

 

Pineta Sacchetti: murales e tanto altro

Giovedì 5 aprile,  freschi di ozi e di dolci, andiamo a Pineta Sacchetti per la prima delle esplorazione urbane dedicate all’area Nord-Ovest della città (seguiranno Primavalle storica e Torrevecchia-Bastogi).

Partiamo dalla stazione metro A Cornelia, come per le uscite al parco del Pineto, dirigendosi questa volta nel quartiere limitrofo, dedicando ampio spazio ai murales della zona, con l’aiuto dell’associazione Pinacci Nostri, che ringraziamo non solo per la collaborazione alla nostra esplorazione ma soprattutto le continue iniziative di difesa e riqualificazione. Ma non sarà solo street-art: osserveremo le caratteristiche urbane del quartiere, visiteremo, com’è nostro costume, la locale Biblioteca, ci godremo un po’ di verde fino a Forte Braschi, passeremo all’ex-cinema Colorado, ascoltandone storia e prospettive. Ritorno in discesa verso la metro Battistini.

Appuntamento quindi  GIOVEDI’ 5 APRILE alle 10.00 alla stazione metro Cornelia (uscita via di Boccea), percorso complessivo di circa quattro chilometri, conclusione verso le 13. 

sdr

dav

dav

dav

sdr

 

Buona Pasqua! In attesa delle esplorazioni mozzafiato nell’area Nord Ovest della città.

Lo sciopero del trasporto pubblico ha impedito la prevista esplorazione dell’EUR per vedere che cosa era successo nella varie questioni aperte a tre anni dalla precedente camminata. Un vero peccato, ma entro maggio riusciremo a recuperare questa uscita. Promesso.

I “volenterosi” presenti non si sono peraltro persi d’animo, ripiegando sull’area limitrofa, già visitata diverse volte ma sempre capace di sorprendere con il Museo dei tram, graffiti e murales di valore, i più importanti siti romani di Archeologia industriale, il monumento alle dieci donne trucidate dai nazisti, i ricordi di cinema, le pastarelle e altro. Qualche scorcio si può vedere nella selezione delle foto di Fabio qui  acclusa.

Adesso abbiamo il giusto tempo per preparararsi alla proposta forse più “tosta” di tutta la stagione: un trittico di esplorazioni nell’area Nord Ovest della città che spazierà da Pineta Sacchetti e i suoi murales, percorrerà la Primavalle storica a partire dalla borgata originaria e arriverà a Torrevecchia e all’area ex-Bastogi, lambendo nuovi confini della città. Tre giovedì di aprile, il 5, il 12 e il 19. Save the date.

E A TUTTI, BUONA PASQUA.

L’otto marzo delle Visure Acatastali

Nonostante l’annunciato sciopero del trasporto pubblico (che è risorsa imperdibile per chi cammina in città) un nutrito gruppo di Visori Acatastali è riuscito a mantenere la promessa di salire al Gianicolo per poi ridiscendere a via della Lungara e visitare la sede della Casa Internazionale delle Donne, in un giorno di particolare splendore. Grazie a Donatella per la preziosa accoglienza e a Fabio per le belle foto qui sotto.

Per chi non è potuto venire stiamo lavorando ad un replay, programmato per GIOVEDI’ 22 marzo, ma da confermare perché vorremmo aggiungere, come al solito, qualche aspetto in più. Vedremo.

GIOVEDI’ 29 MARZO è invece il momento giusto per un nostro “ritorno alle origini” di grandissimo impatto, la zona QUARTACCIO – EX BASTOGI, ormai conosciuta da molti grazie al “gatto in tangenziale”. Qualcuno ha chiesto se per caso le Visure Acatastali si stessero imborghesendo troppo. Forse no. Appuntamento da definire.

8 marzo, su per Villa Sciarra, giù fino alla Casa Internazionale delle Donne

Abbiamo dei segnali contrastanti per l’esplorazione dell’8 marzo, un’altra data che parla. L’idea era quella di andare da Viale Trastevere fino alla Casa Internazionale delle Donne di via della Lungara, con la salita per la Scala Righetto, Villa Sciarra e la discesa verso Porta Settimiana. Un itinerario molto bello, pieno di segni “di genere femminile”.

Dopo minacciose previsioni meteo, la situazione meteorologica pare sostanzialmente migliorata, con il tempo si annuncia buono. E’ sorto un altro grave problema, ossia uno sciopero che riguarda il trasporto pubblico, tra l’altro richiesto anche da gruppi di donne. Per noi il rapporto con il trasporto pubblico è essenziale e quindi è grande la difficoltà che si crea.

Ciò detto la nostra scelta è sempre la stessa: l’appuntamento rimane, chi può e vuol venire è benvenuto e si deciderà insieme come fare il nostro giro. Per quelli che non potranno partecipare penseremo ad un recupero.

APPUNTAMENTO QUINDI ALLE 10.00 GIOVEDI’ 8 MARZO davanti al Ministero della Pubblica Istruzione a viale Trastevere.