Archivi categoria: storia

Ritorno alla natura e alla storia popolare

Una breve ma intensa traversata che ci porterà attraverso il Parco del Pineto, fino a raggiungere la zona di Valle Aurelia.

Dalla stazione metro Cornelia e entriamo rapidamente nella zona del parco del Pineto che già conosciamo, per poi andare a destra in discesa (in qualche tratto un po’ ripida), atterrare nella parte più bassa e selvaggia della valle e risbucare alla fine di Valle Aurelia, dove cercheremo quello che resta  di fabbriche e vecchi insediamenti.

Compatibilmente con il tempo potremmo fare qualche deviazione nella parte più selvaggia del parco e chiudere facendo visita, come sempre quando possibile, alla locale biblioteca comunale.

Appuntamento ore 10.00 alla stazione della metro CORNELIA, seguendo le indicazioni Via Boccea numeri dispari. Caldamente consigliate delle scarpe robuste (per qualche tratto accidentato e un po’ di rigagnoli, al momento però non insidiosi).  Ritorno dalla stazione metro VALLE AURELIA.

 

Annunci

IN THE GHETTO

Salvatore Trovato e Daniela Biagi hanno organizzato un bellissimo fuori-programma per le Visure Acatastali: una USCITA SERALE AL GHETTO.

Ecco la proposta inviata da Salvatore.
Tutti gli interessati possono contattarli direttamente

daniela-biagi@alice.it

Cari amici/amiche,
venerdì sera, 21/7/2017, Daniela Biagi ci accompagnerà ad una uscita serale al ghetto. Il programma per la visita alla zona del ghetto, in linea di massima, dovrebbe essere:
  1. Individuazione dell’area dove era stato edificato il ghetto e sintetica ricostruzione storico-culturale
  2. Palazzetto Manili e contrapposizione tra laicità e clero
  3. Fontana delle tartarughe e opposizione tra ceto cattolico e ceto ebraico.
L’appuntamento è alle ore 19,00 a Largo Argentina davanti il teatro.
L’occasione potrebbe essere buona per andare a cena da qualche parte; se qualcuno conosce un locale non turistico dove si può mangiare decentemente, lo faccia presente il prima possibile in modo da prenotare se si è in molti. In qualunque caso ci si può mettere d’accordo in loco quando ci vediamo.
Un caro saluto a tutti

Nuovi sguardi da San Paolo a Ostiense e Testaccio

Giovedì 25 Maggio le “Visure Acatastali” ritornano in un quartiere principe per le nostre esplorazioni urbane, San Paolo – Ostiense – Testaccio. Con una “ricucitura” tra itinerari già fatti, che ci porterà a nuovi sguardi su questa zona in impetuosa trasformazione.

Partiamo dalla stazione SAN PAOLO della metro B (appuntamento alle 10.00), andando verso la Basilica, attraversando il Parco Schuster, guardando gli spazi universitari di RomaTre, sbirciando la situazione dell’area ex Mercati-Generali, per poi tornare tra i murales della Ostiense discotecara e chiudere a Testaccio, nell’ampio spazio della Città dell’Altra Economia.

Ma non finisce qui! Il pomeriggio, dopo uno spuntino in zona, le Visure partecipano ad un incontro organizzato nell’ambito della prestigiosa manifestazione BIENNALE SPAZIO PUBBLICO 2017, dove porteremo la nostra testimonianza. Si tratta di:

COMUNITA’ IN CAMMINO – Pratiche e progetti per camminare e creare nuovo sviluppo

25 maggio 2017 ore 14,30 – 18,30 presso Università di Roma TRE – ex Mattatoio PIazza Giustiniani 4 – aula NERVI

Altre notizie sull’incontro sono disponibili al sito http://www.biennalespaziopubblico.it/comunita-in-cammino-workshop-biennale-spazio-pubblico-2017/

 

 

Trionfale oggi, tra cortili, facciate, targhe e tanta storia

Anche la nuova pista ciclabile e il rutilante nuovo mercato Trionfale (con il prestigioso banco 95 che non vende ma acquista rifiuti saggiamente differenziati) insieme alle tracce del passato. Flebili quelle della concentrazione operaia dell’inizio del ‘900, evidenti e foriere di riflessione quelle dell’edilizia del regime, insieme popolare e retorica.

Il quartiere Trionfale

Dopo la pausa, e dopo l’importante evento dell’Appia Day del 14 maggio, ecco che le Visure Acatastali ripartono con rinnovata lena.

Il primo appuntamento riguarda il quartiere Trionfale, uno dei luoghi di Roma dove lo scontro tra uno dei più importanti concentramenti operai dei primi decenni del 900 e la volontà fascista di rompere e cambiare è stato particolarmente violento. Ne seguiremo i segni guidati dal bellissimo capitolo che il libro “Roma Divisa 1919-1925” dedica a questi eventi.

APPUNTAMENTO QUINDI GIOVEDI’ 18 MAGGIO alle 10.00 alla stazione metro Ottaviano (davanti al cinema Giulio Cesare)

Successivamente, giovedì 25 maggio, torneremo nella zona San Paolo – Ostiense – Testaccio, per una nuova esplorazione in una zona chiave della storia popolare romana. Esplorazione che sarà il prologo ad un incontro su “Pratiche e Progetti per camminare e creare nuovo sviluppo” (sempre il 25 maggio, il pomeriggio alle 14.30) all’Università di Roma Tre, dove l’associazione porterà il suo piccolo contributo ad un tema così importante.

Insomma, Albano e Castelgandolfo dovranno aspettare giugno. Magari subito il primo giorno….